Aikido Dento Iwama Ryu Italia | it | en

O' Sensei Morihei Ueshiba - AIKIDO
Morihiro Saito Aikido Dento Iwama Ryu
Hitohira Saito Aikido Dento Iwama Ryu
Alessandro Tittarelli Aikido Dento Iwama Ryu
i prossimi seminari

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle novità di AIKIDO DENTO IWAMA RYU ITALIA iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti alla Newsletter

La Storia

Il Fondatore - Ō Sensei Morihei Ueshiba

sensei

1883: Nasce a TANABE, Provincia di Kii (Prefettura di Wakayama) il 14 Dicembre.

1901: (17 anni) Si trasferisce a Tokyo nel mese di Settembre e apre un negozio di articoli di cancelleria. Studia "Tenshin Shin’yo-ryu Jujitsu" con il Maestro Tokusaburo Tozawa a Tokyo. Breve studio della scuola di spada Shinkage-ryu.

1903: (19 anni) Sposa Hatsu Itogawa a Tanabe. Alla fine di Dicembre si arruola nell’Esercito: 61° Reggimento di Fanteria di Wakayama.

1904: (20 anni) Scoppia la guerra tra la Russia ed il Giappone.

1905: (21 anni) Partenza del suo Reggimento per il fronte in Mancuria.

1906: (22 anni) Si congeda dall’Esercito e ritorna a Tanabe.

1908: (24 anni) Riceve dal Maestro Masanosuke Tsuboi (oppure da Masakatsu Nakai) il certificato di "Yagyu-ryu Jujitsu".

1910: (26 anni) Si sposta nell’ "Hokkaido" per valutare un progetto di sviluppo del territorio sponsorizzato dal governo. Torna subito a Tanabe.

1911: (27 anni) È possibile un suo approccio allo studio del "Judo" con il Maestro Kiyoichi Takagi a Tanabe. Nasce la prima figlia, Matsuko.

1912: (28 anni) Comanda un gruppo di coloni che dalla Provincia di Kii decidono di stabilirsi su nell’Hokkaido, in Aza-Shirataki, villaggio di Kamiwakibetsu, nella Contea Mombetsu.

1915: (31 anni) Incontra" Sokaku Takeda" del "Daito-ryu Jujitsu" e nel mese di Marzo partecipa al suo primo seminario di 10 giorni.

1916: (32 anni) Studia intensamente Daito-ryu Aikijujutsu.

1917: (33 anni) Nasce a Luglio il primo figlio maschio, Takemori.

1918: (34 anni) È consigliere comunale nel villaggio di Kamiwakibetsu dal Giugno 1918 ad Aprile 1919.

1919: (35 anni) In Dicembre lascia Hokkaido per tornare dal padre malato. Trasferisce la terra e le proprietà al suo Maestro, Sokaku Takeda.

1920: (36 anni) Incontra ad Ayabe "Onisaburo Deguchi" della religione "Omoto".
Quando arriva a Tanabe il padre, Yoroku, è appena morto.
Si trasferisce con la famiglia ad Ayabe, nella Prefettura di Kyoto, centro della Religione Omoto.
Costruisce, attaccato alla sua casa, il dojo "Ueshiba Juku".
Nasce ad Aprile il secondo maschio, Kuniharu.
Ad Agosto muore il primo figlio, Takemori.
A Settembre muore anche il secondo figlio, Kuniharu.

1921: (37anni) Avviene il primo incidente "Omoto".
A Giugno nasce il terzo maschio, Kisshomaru ( Koetsu ).

1922: (38anni) Muore la madre, Yuki.
Sokaku Takeda e famiglia si fermano ad Ayabe dal 28 Aprile al 15 Settembre.
A Settembre riceve da Takeda il "KYOJU DAIRI", la qualifica di istruttore di Daito-ryu.

1924: (40 anni) Nel periodo compreso tra Febbraio e Luglio va in Mongolia, insieme ad Onisaburo Deguchi, con l’obbiettivo di fondare una comunità utopistica. Catturato ed imprigionato dall’esercito Cinese, riesce a scampare al plotone di esecuzione.

1925: (41 anni) Tiene una dimostrazione a Tokyo davanti ai più alti ufficiali militari e dignitari di corte.

1927: (43 anni) Si trasferisce a Tokyo con tutta la famiglia.
Allestisce un dojo provvisorio nella sala da biliardo del palazzo del Conte Shimazu a Shiba, Shirogane in Sarumachi.

1928: (44 anni) Si sposta a Shiba, Tsunamachi, dojo temporaneo.

1929: (45 anni) Si trasferisce con la famiglia a Shiba, Kuruma-machi, dove sistema un dojo momentaneo.

1930: (46 anni) Si trasferisce a Shimo-ochiai in Mejiro.
Jigoro Kano, fondatore del Judo, dopo aver osservato una sua dimostrazione nel "Mejiro dojo" invia molti studenti del Kodokan a studiare da Ueshiba Sensei, tra cui Minoru Mochizuki.

1931: (47 anni) Inaugurazione del "KOBUKAN" dojo a Ushigome, Wakamatsu-cho.
Sokaku Takeda insegna dal 20 Marzo al 7 diAprile presso il Kobukan dojo. Per l’ultima volta il nome di Ueshiba appare tra gli iscritti sul libro di Takeda.

1932: (48 anni) Si stabilisce il "Budo Sen’yokai" (Società per la Promozione delle Arti Marziali ) con a capo Ueshiba Sensei.

1933: (49 anni) Il manuale tecnico "BUDO RENSHU" viene pubblicato.

1935: (51 anni) Ad Osaka, partecipa ad un documentario filmato dal giornale Asahi con Takuma Hisa. Avviene il secondo incidente "Omoto".

1937: (53 anni) Il nome di Morihei Ueshiba appare, insieme a quello di Zenzaburo Akazawa, sul libro delle iscrizioni della scuola "Kashima Shinto-ryu".

1938: (54 anni) Viene pubblicato il manuale tecnico "BUDO".

1939: (55 anni) Viene invitato in Manchuria ad insegnare.

1940: (56 anni) Partecipa ad una dimostrazione di Arti Marziali in Manchuria che commemora il 2600° anniversario del Giappone.

1941: (57 anni) Tiene una dimostrazione, organizzata dall’Ammiraglio Isamu Takeshita, di fronte ai membri della famiglia imperiale.
Insegna all’Accademia Militare di Polizia.
Viene invitato ad insegnare in Manchuria in occasione della Settimana Universitaria delle Arti Marziali.
Diventa consulente per le Arti Marziali nelle Università di Shimbuden e Kenkoru.

1942: (58 anni) Appare ufficialmente il nome "AIKIDO" registrato dal Ministero dell’Educazione.
In Agosto, in occasione del 10° anniversario dell’indipendenza, viene invitato, in Manchuria, a tenere una dimostrazione come rappresentante delle Arti Marziali Giapponesi.
SI TRASFERISCE AD IWAMA, PREFETTURA DI IBARAGI.
Suo figlio, Kisshomaru Ueshiba, diventa direttore del Kobukan.

1943: (59 anni) Costruisce ad Iwama il primo "AIKI JINJIA".

1945: (61 anni) Con la fine della 2° guerra mondiale e la messa al bando delle arti marziali la Fondazione Kobukai cessa la sua attività. IL DOJO DI IWAMA È COMPLETATO.

1946: (62 anni) Morihiro Saito entra nel dojo di Iwama.

1948: (64 anni) In Iwama è immerso totalmente nei lavori dei campi, nella pratica e nella meditazione.
L’Aikikai Honbu Dojo si trasferisce ad Iwama, un ufficio rimane aperto a Tokyo. Kisshomaru diventa il capo dell’Aikikai dojo.

1949: (65 anni) Al dojo di Tokyo riprende la pratica regolare.

1956: (72 anni) L’Hombu ritorna a Tokyo.
"O Sensei Morirei Ueshiba" tiene una dimostrazione all’Aikikai Hombu Dojo di fronte a molti dignitari stranieri, organizzata da Andrè Nocquet.

1958: (74 anni) Appare in un documentario della televisione U.S.

1960: (76 anni) Riceve la Medaglia d’Onore dal Governo Giapponese.

1961: (77 anni) A Febbraio va nelle Hawaii invitato all’inaugurazione della "Honolulu Aikikai". Appare in un documentario televisivo della NHK.
La "All-Japan Student Aikido Federation" viene stabilita con Ueshiba presidente.

1963: (79 anni) In Ottobre si tiene, a Hibiya Kokaido, per la prima volta una dimostrazione della All Japan Aikido.

1964: (80 anni) Riceve, come fondatore dell’Aikido, l’Ordine del Sole Nascente, 4° Classe.

1968: (84 anni) Viene costruito il nuovo Hombu Dojo.

1969: (85 anni) Appare nella sua ultima dimostrazione il 15 Gennaio durante la Celebrazione del Kagami Biraki. Muore il 26 Aprile per un cancro al fegato. Le ceneri vengono seppellite a Kozanji, Tanabe. I capelli vengono conservati ad Iwama, Kumano, Ayabe e all’Hombu Dojo.
Diventa cittadino onorario di Tanabe e di Iwama.
A Giugno muore anche sua moglie, Hatsu.

Morihiro Saito Sensei

mohiro

(1928 - 2002)

Nel 1946 Morihiro Saito ha 18 anni quando Inizia la pratica dell’Aikido in Iwama.

Per 24 anni consecutivi pratica sotto la guida di "O Sensei Morirei Ueshiba".

Alla morte del Fondatore, nel 1969, diventa Dojo-cho dell’Aiki Shuren Dojo di Iwama e custode dell’ Aiki Jinjia. Dedica la sua intera esistenza all’insegnamento delle tecniche originarie del Fondatore; ogni giorno ad Iwama e, a partire dal 1974, tenendo seminari in giro per il mondo.

A lui va il grande merito di aver introdotto un sistema preciso di classificazione e nomenclatura dell’Aikido che gli ha permesso di raggiungere lo scopo della sua vita: preservare e diffondere gli insegnamenti di O Sensei Morirei Ueshiba.

Ci lascia una quantità enorme di materiale audiovisivo (quaderni tecnici, libri, video…) e soprattutto la sua eredità vivente: suo figlio, Hitohiro Saito Sensei.

Hitohira Saito Sensei

hitohiro

Hitohiro Saito nasce il 12 Febbraio 1957 ad Iwama, nella Prefettura di Ibaraki in Giappone. A 7 anni inizia la pratica dell’Aikido con O Sensei Morirei Ueshiba per proseguire poi, dopo la morte del Fondatore, con il padre, Morihiro Saito Shihan. Termina gli studi tradizionali e si iscrive ad una scuola di cucina per diventare cuoco. Trascorre un primo anno a Sendai e poi altri due anni ad Osaka dove, oltre alla scuola di cucina, ha modo di frequentare il Dojo di Aikido di Seiseki Abe Sensei con il quale studia anche L’Arte della Calligrafia. Nel 1978 termina gli studi e torna ad Iwama dove, con l’aiuto del padre, apre un ristorante. Dopo 7 anni lascia questa attività per dedicarsi completamente alla pratica ed allo studio dell’Aikido. Quando Saito Sensei è lontano da Iwama è Hitohiro Sensei che lo sostituisce nella conduzione dell’Aiki Shuren Dojo e nella custodia dell’Aiki Jinjia. Tiene un corso settimanale di Aikido Tradizionale anche a Tokyo, presso lo Yoyogi Uehara Dojo. A partire dal 1986 comincia a dirigere seminari all’estero. Il suo primo Koshukai in Italia risale al 1991, a Parma e da allora la sua presenza nel nostro paese è costante. Verso la fine degli anni ’90, a causa della malattia del padre, si vede Hitohiro Sensei sempre più presente nella conduzione del Dojo di Iwama dove praticano sia molti uchi-deshi che soto-deshi.

Nel Dicembre del 2000 accetta l’invito di Alessandro Tittarelli a tenere il primo Gasshuku di Iwama Ryu in Italia, a Filottrano (AN).

Dopo la morte di Saito Sensei, avvenuta nel Maggio 2002, Hitohiro Sensei subentra come suo successore. Nell’Ottobre del 2003 restituisce l’Ibaragi Dojo e la custodia dell’Aiki Jinjia alla famiglia Ueshiba prendendo le distanze dalla Fondazione Aikikai. Nel Febbraio del 2004 fonda l’Iwama Shin Shin Aiki Shurenkai con l’obbiettivo di preservare e diffondere le tecniche e la metodologia del Fondatore basata sulla stretta relazione tra Tai-jutsu, Jo e Ken. Attualmente continua la tradizione del padre seguitando ad insegnare regolarmente presso il Tanrenkan Dojo di Iwama e tenendo seminari di "Dentoo Iwama Ryu" in giro per il mondo.

Hitohiro Saito Sensei è anche artista e scultore; è sposato ed ha 5 figli.